WordPress errore 404

  • Slider Image

WordPress errore 404 è l’argomento di questa pagina, blog tutorial per chi si avvicina solo ora a WordPress, parleremo anche di assistenza, come sistemare rapidamente l’errore 404 dal tuo sito o store online.

La cosa più importante è che questo errore (WordPress errore 404) non avvenga quando un utente sta per acquistare un prodotto sul tuo portale e commerce è soltanto una pagina web non trovata sul server in cui stai hostando e sará proprio il fornitore di hosting colui che si occuperá di far trovare agli utenti una pagina, diciamo gradevole, ma che in realtà non lo è per nulla dato che è un errore che va a discapito anche dell’utente che non riuscirà ad effettuare la transazione dal tuo portale e commerce.

Ecco le forme in cui l’utente potrá trovare l’errore, durante una ricerca nel tuo sito web o ancor peggio provando ad effettuare una acquisto dal portale:

creazione siti web,Creazione siti web Torino, realizzazione siti web torino,Wordpress errore 404

WordPress errore 404

 

  1. WordPress Errore 404
  2. 404 pagina non trovata
  3. HTTP 404 pagina non trovata
  4. Spiacenti l’URL che cerchi non esiste

Vediamo come risolvere e quindi, quali potrebbero essere le cause, dell’errore 404 che si presenta accedendo ad una delle pagine “link” all’interno del sito internet:

Prova ad aggiornare la pagina (f5) e controlla se i cookie del browser e cache sono state eliminate, potrebbe anche aver caricato la pagina del tuo sito web/internet, non correttamente.

Contatta il tuo provider, fornitore di hosting per il tuo sito web/portale e commerce, se il server ha delle difficoltá, farà in modo di offrire ai tuoi utenti un schermata gradevole, ma priva di informazioni contenute nel tuo sito web, anche vero che offrendo al tuo sito internet un servizio hosting di qualitá, diminuiranno vertiginosamente le probabilità dell’errore 404.

Dal momento della realizzazione del sito web potresti aver cancellato una pagina che si è già indicizzata sui motori di ricerca, cerca di reindirizzare la pagina o il prodotto cancellato, alla Home o ad un altro prodotto, magari simile, per riconoscere la cancellazione ci potrebbe volere anche un mese di tempo, prima che Google riconosca il cambiamento.

Chiedi al tuo fornitore di hosting per cambiare i permessi CHMOD FTP, le autorizzazioni variano host host quindi, rivolgersi al proprio fornitore.

Potresti aver esaurito la memoria disponibile concessa dal tuo host, quindi, contatta il provider ed aumenta il limite della memoria.

Controlla che il certificato SSL sia stato configurato nel migliore dei modi, il tuo url ssl deve puntare all’URL ed essère connesso.

Dopo aver creato e personalizzato il tuo URL, ricordati di abilitarlo scegliendo il link breve o personalizzato, ideale per l’ottimizzazione del SEO.

Condividi, aiuta un amico!

About the Author: publitaliaonline.it

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *